Editori d’Appennino

Editori d’Appennino

posted in: CULTURA, NEWS | 0

 

di Aldo Frezza – “Più libri più liberi”, l’annuale fiera romana della piccola e media editoria, offre come ogni anno l’occasione per conoscere splendide piccole realtà che non hanno altro mezzo, a volte, per venire a contatto con un pubblico vasto come quello della fiera, di solito sempre gremita. E’ da constatare, però, quest’anno, un sensibile calo di presenze, vuoi per la crisi vuoi per l’aumentato prezzo di ingresso per i visitatori, a molti dei quali 9€ sono sembrati decisamente eccessivi.

Per noi, è stata però un’ottima occasione di contatto con molte realtà editoriali che lavorano e si occupano di Appennino, facendone conoscere il territorio e la natura con collane di storia locale, indagini sul territorio, architettura, viaggi.

Con nostra sorpresa, ne abbiamo trovati più di quelli che ci aspettavamo, anche nonostante assenze importanti di quest’anno. Si tratta di realtà quasi sconosciute al di fuori della loro provincia o della regione, ma con cose spesso nuove ed interessanti.

Proviamo a raccontare qui le cose che ci sono piaciute di più.

 

Edizioni Menabò

Nata più di venti anni fa con l’intento di creare una rivista che potesse contribuire alla conoscenza e alla promozione turistica del territorio abruzzese, il trimestrale “D’Abruzzo”, ha poi affiancato, nel corso degli anni, numerose collane editoriali dedicate alla regione, con oltre 200 titoli dedicati alle sue emergenze culturali, storiche, architettoniche, naturalistiche e artistiche.

A noi è piaciuta, in particolare, la collana “Le guide”. Segnaliamo, tra i libri che abbiamo visto in fiera: “Che fiore è?” di Luigi e Guido Di Primio, il primo volume (ne seguirà presto un secondo) di Carlo Consiglio “Sui monti d’Abruzzo a piedi + bus”, o “La costa dei trabocchi a piedi e non solo” di Viviana Farinelli e Maria Concetta Nicolai. Ma non mancano molti altri titoli a coprire quasi tutto il territorio della regione.

www.dabruzzo.it

 

Edizioni Kirke

Ancora abruzzese, questa piccola casa editrice è stata fondata nel gennaio 2011. Prende il nome da Circe, la maga sorella di Angizia e Medea che secondo la leggenda fondò il paese di Cerchio, centro dell’Abruzzo aquilano dove ha sede.

Si dedica principalmente alla saggistica e alla ristampa di opere rare o introvabili sulla storia, l’arte e le tradizioni della Marsica, dell’Abruzzo e del centro-sud Italia.

Tra i titoli di Kirke, abbiamo trovato un’interessante e originale raccolta di “Leggende marsicane” di Giuseppe Buccella.

www.edizionikirke.it

 

Maria Pacini Fazzi Editore

Con Pacini Fazzi ci spostiamo a Lucca, con titoli attinenti alla storia e al territorio locale. In particolare, abbiamo visto una bella collana di volumi fotografici, comprendente, tra l’altro: “Garfagnana, where time stands still” di Gabriele Caproni e C. Feliciano Ravera o “in pietra alpestra e dura” di Sauro Mattei e Augusto Vergnano, dedicato alle Alpi Apuane.

www.pacinifazzi.it

 

Adda Editore

Ancora più a sud, Adda, di Bari, ha un catalogo che spazia su vari argomenti, ma con un particolare sguardo, come è ovvio, rivolto alla conoscenza della sua regione, sul suo territorio e sui viaggi.

In particolare, ci è piaciuta una guida ai trekking nella regione, di solito non considerata molto come meta per tale attività, ma che rivela bellezze e possibilità inaspettate. Si tratta di “Guida escursionistica della Puglia. Trekking in Puglia” di Gianni Pofi. Non mancano, però, sullo stesso argomento, altre guide interessanti, come quella sul Parco Nazionale dell’Alta Murgia o sul Parco Nazionale del Gargano.

www.addaeditore.it

 

Exorma Edizioni

Di Roma, pubblica argomenti vari (cinema, arte, viaggi, narrativa) e è editore, in particolare, del catalogo dell’annuale festival della letteratura di viaggio che si svolge a Roma.

Ci ha colpito per la sua originalità la nuova collana di “viaggi senza auto”, di cui sono usciti i primi due titoli. Si tratta di “Dove comincia l’Abruzzo” e “Un altro viaggio nelle Marche”, entrambi di Paolo Merlini e Maurizio Silvestri. I due autori, un esperto di mezzi pubblici e un esperto di enogastronomia, se ne vanno alla scoperta dei luoghi più nascosti e interessanti delle due regioni, utilizzando sempre e solo, nei loro spostamenti, mezzi pubblici.

www.exormaedizioni.com

 

Cosmo Iannone Editore

Questa casa editrice di Isernia è nata a metà degli anni Ottanta, con una linea editoriale orientata verso la ricerca storica, la conoscenza del territorio del Mezzogiorno e verso l’attenzione per il mondo delle tradizioni popolari. E’ particolarmente orientata verso la storia delle migrazioni, alla quale dedica buona parte degli oltre 300 titoli del suo catalogo, con ben quattro collane interconnesse. Non manca, però, una collana dedicata all’archeologia della regione.

www.cosmoiannone.it

 

Ediciclo

La casa editrice Ediciclo non ha certo bisogno di presentazioni, essendo un classico per gli appassionati di biciclette. Il suo catalogo sconfinato dedicato a tale mezzo di locomozione spazia tra manuali tecnici, libri su grandi campioni del passato, racconti e guide di viaggio, testi sulla “filosofia” della bicicletta. Tra il suo catalogo, però, molti titoli riguardano l’andare a piedi, e tra guide ai percorsi, racconti di grandi viaggi a piedi, riflessioni sul camminare, è molto presente anche l’Appennino, con autori di tutto rispetto come Enrico Brizzi. Non citeremo tutti i titoli, cosa impossibile qui. Segnaliamo solo la presenza, tra l’altro, di: “La via etrusca del ferro” di Gianfranco Bracci e Marco Parlanti (dal Tirreno all’Adriatico), AA.VV “Alta via dei Parchi” (attraverso l’Appennino Settentrionale, da passo della Cisa fino al Casentino) e “La via di Gerusalemme” di Enrico Brizzi e Mrcello Fini (da Roma a Gerusalemme).

www.ediciclo.it

 

Escursioni ed affini

Abbiamo volutamente voluto trattare a parte questo settore, dove compaiono editori che si occupano principalmente, anche se in via non esclusiva, di escursioni, alpinismo, montagna e cartografia.

Molte le presenze ormai “storiche” in fiera, con i loro vecchi e nuovi titoli, alcuni dei quali divenuti ormai veri e propri bestsellers per gli appassionati del settore. Si può non citare la serie “A piedi in….” delle edizioni Iter, curata da quasi trent’anni da Stefano Ardito? O le carte realizzate, oltre che da Iter, dalle Edizioni Il Lupo o dalla Società Editrice Ricerche?

Tutti gli editori erano presenti con i loro stand, a presentare le ultime novità. Tra i titoli ultimi usciti, da Iter, la nuovissima seconda edizione di “Scialpinismo n Appennino Centrale” di Luca Mazzoleni, per Il Lupo “Roma una vera bellezza” di Carlo Coronati e “Sui sentieri del lago di Bracciano e del lago di Vico” di Vittorio Paielli, per S.E.R. una nuova App per samrtphone dedicata ai monti Sibillini e due nuove carte (fatte “a pezzi” per una maggiore comodità di utilizzo) sui Sibillini e la Maiella.

www.iteredizioni.it

www.edizioniser.com

www.edizioniillupo.it

 

Assenze

Ci è dispiaciuto non vedere quest’anno, tra gli stand della fiera, delle presenze che erano costanti gli anni scorsi, come la calabrese Rubbettino, (ha in catalogo due belle guide sui parchi di Aspromonte e Pollino), Ricerche e Redazioni di Teramo (testi di storia della regione, anche di alpinismo) e Technopress (guide di escursioni, sci e natura dell’Appennino Centrale).

 

Comments are closed.