Oggi a Rieti, il gruppo di “dagli Appennini alle Ande” si presenta

Oggi a Rieti, il gruppo di “dagli Appennini alle Ande” si presenta

posted in: CULTURA, NEWS | 0

di Redazione – Un gruppo di 13 trekker di sette Sezioni CAI dell’Appennino Centrale sabato 14 dicembre alle ore 17.30, presso la chiesa di S. Giorgio della Fondazione Varrone,  Largo S. Giorgio) raccontano  il contatto fuori dall’ordinario che hanno avuto con le comunità locali in Cordillera Blanca e descrivono la loro esperienza – per alcuni la prima – con l’aria sottile delle Ande peruviane. l’evento a ingresso libero (fino a esaurimento posti), è stato organizzato dalle quattro sezioni CAI della Provincia di Rieti: Antrodoco (capofila), Amatrice, Rieti e Leonessa e patrocinato dal comune di Rieti.

Il team, guidato dall’alpinista e fotografo reatino Enrico Ferri che aveva al suo attivo un’importante spedizione alpinistica internazionale nelle Ande, eterogeneo per preparazione atletica ed età ma accomunato da uguale entusiasmo, era pensata a favore e al servizio delle popolazioni locali, per lo più povere,

L’iniziativa era destinata infatti ad azioni di solidarietà con E’ stata l’opportunità di accostarsi personalmente al pensiero e al fare del padre missionario Ugo De Censi, carismatico ispiratore dell’Operazione Mato Grosso che alla sua morte, lo scorso anno, ha lasciato in eredità l’impegno di occuparsi delle genti dei monti e degli altipiani della Cordillera, a rischio spopolamento. Esattamente come sta avvenendo nelle aree più interne del nostro Appennino.

Il progetto “Dagli Appennini alle Ande”, nato da questo viaggio, riprende il desiderio del grande missionario: dare da laici un aiuto concreto affinché i giovani restino attaccati alla loro terra, non emigrino, vivendo di montagna con dignità e portando avanti la loro tradizione culturale, religiosa, artigianale.

I 13 trekker hanno salito a piedi, con le guide del posto (alpinisti andini e guide turistiche, a seconda delle mete), siti archeologici in quota e alcune montagne: tra queste, la Montagna dei Sette Colori (mt 5.200 punta max) importante area di conservazione naturale, Sito Unesco oggi a rischio per una recente concessione mineraria per scopi estrattivi, e diversi siti archeologici Inca, tra cui il Machu Picchu, una delle Sette Meraviglie del mondo moderno, da un anno a ingresso limitato al fine di salvaguardare l’ambiente.

 

 

 

Comments are closed.