Slow Travel Fest, un festival per la cultura dei cammini

Slow Travel Fest, un festival per la cultura dei cammini

posted in: AMBIENTE, CULTURA, NEWS | 0

di Redazione – è in piano svolgimento in questi giorni, a Monteriggioni (SI), lo Slow Travel Festival. La manifestazione (dal 27 al 29 settembre) è dedicata alla cultura dei cammini, in particolare alla via Francigena di cui la località toscana è una delle tappe più importanti e frequentate. Questa di Monteriggioni è la terza tappa di una serie di iniziative dedicate dalla Regione Toscana al turismo lento, in questo “anno di cammini” 2019. Si è partiti dal 14 al 16 giugno in Lunigiana, dal 6 al 8 settembre con il Climbing e Trekking festival di Camaiore e si finirà a Fucecchio dal 19 al 20 ottobre con “bike e ride festival”, una 3 giorni dedicata completamente al turismo e agli itinerari in bicicletta.

La manifestazione ora in svolgimento, sostenuta dal Comune di Monteriggioni, propone un ampio ventaglio di incontri, spettacoli, escursioni da vivere appieno immersi nella natura di Monteriggioni, della Montagnola Senese e di tutta la Valdelsa. Centro delle attività culturali del festival è il borgo monumentale di Abbadia a Isola che attualmente ospita uno dei più importanti ostelli di tutta la Francigena. Il chiostro è la cornice degli incontri culturali e degli spettacoli, mentre Il  borgo è il punto di partenza per intraprendere una grande varietà di itinerari.

Si è iniziato ieri, giorno di inaugurazione della rassegna, con un doppio trekking, composto di due diversi itinerari entrambi parte della Francigena. Due diversi gruppi, partiti da San Gimignano e da Colle Val d’Elsa, si sono riuniti ad Abbadia ad Isola per partecipare alle prime manifestazioni del festival.

Ma, tra oggi e domani, continueranno altre escursioni a tema letterario, novità di questa quinta edizione del festival. Seguendo una guida escursionistica, il pubblico sarà condotto tra il profumo delle coltivazioni lungo itinerari ispirati alla poesia italiana. Domenica 29, invece, il programma prevede un itinerario tra le leccate, seguendo lo spirito della Vita dei Boschi del Walden di Thoreau.

Altri percorsi di trekking permetteranno di scoprire il territorio francigeno e i suoi tesori storico-artistici. Ci saranno  il Castello di Monteriggioni ed  altre e mete meno conosciute come l’Eremo di San Leonardo nascosto tra la macchia o  il Canale del Granduca. Oltre a quelli a piedi, il programma prevede anchepercorsi in mountain bike e rafting  lungo il fiume Elsa.

Slow Travel – spiegano gli organizzatori – significa immergersi completamente nell’esperienza di viaggio, alla scoperta dell’identità vera e autentica dei luoghi. Una modalità di viaggiare sostenibile e attiva che permette di andare lontano, lasciandosi alle spalle il turismo “mordi e fuggi” per avvicinarsi alle persone che vivono e conoscono i territori.

Slow Travel Fest è un circuito di festival della Via Francigena Toscana, progetto di Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica patrocinato dall’Associazione Europea Vie Francigene. L’edizione di Monteriggioni è sostenuta dal Comune di Monteriggioni e organizzata da Kindi e Monteriggioni Turismo con il coordinamento di Ciclica.

Non ci saranno solo trekking, ma anche conferenze, workshop e serate musicali.

 

Per info su tutte le iniziative di Slow Travel Fest:

Programma: www.slowtravelfest.it/monteriggioni/programma/

Info Slow Travel Fest: info@slowtravelfest.it

 

Comments are closed.