Un bel successo il minifestival della montagna a Roma

Un bel successo il minifestival della montagna a Roma

posted in: CULTURA, NEWS | 0

di Alberto Osti Guerrazzi – si è concluso ieri sera, alla sede romana del CAI, VERSO MONTAGNE IN CITTA’ 2016, il minifestival della montagna organizzato da RR Trek, dalle Edizioni il Lupo e dal CAI di Roma per testare la possibilità di rilanciare un vero e proprio festival della montagna a Roma nel 2016; un festival quale era Montagne in Città, occasione apprezzatissima e molto frequentata, finché è andata avanti, da tutti gli appassionati di montagna di Roma e dintorni.

La grande partecipazione di pubblico, oltre le previsioni, è stata decisamente incoraggiante, tanto che gli organizzatori hanno a più riprese confermato la volontà di organizzare l’evento per l’autunno 2016; lo ha confermato già Fabrizio Ardito, che di Montagne in Città era l’ideatore e l’anima, presentando la prima serata il 19 novembre, nella bella sala di RR Trek, in via Ardea.

Il programma è stato molto apprezzato dal pubblico, che ha affollato le sale in tutte e tre le serate. Così è stato per la prima serata “appenninica”, durante la quale Andrea Bollati ha presentato la  sua nuova guida sul Terminillo e Monti Reatini e Cristiano Iurisci il suo ultimo libro di ricordi montani titolato Se lo sguardo esclude; dopo un eccellente spuntino appenninico, offerto dal Parco Regionale dei Monti Aurunci, la serata si è conclusa con la proiezione del bel film di Alberto Sciamplicotti Un giorno lungo 50 anni, sull’apertura delle vie Mario De Filippo al Corno Piccolo; il fil è stato presentato dalla guida alpina Pasquale Iannetti.

La serata più attesa è stata forse la seconda, che ha visto la partecipazione di Alessandro Gogna e la presentazione di due suoi libri, Guide e clienti, scritto insieme a Paolo Ascenzi, e La pietra dei sogni, sulle sue arrampicate in Sardegna; il libro è stato presentato assieme a Gianni Battimelli e al raro film di RAI 3 A biè llos (a cercare posti), anche questo sulle prime esperienze di arrampicata sulla costa orientale della Sardegna. A Gogna ha fatto seguito la proiezione del film Valley Uprising, una visione originale e scanzonata sulla storia dell’arrampicata nel Parco di Yosemite.

Una bella conclusione è stata poi alla sede CAI di via Galvani la proiezione, organizzata da Elisabetta MoffaClaudio di Gennaro, dei film Brenta Base Camp 2014 e Ninì, con i filmati di Ninì Pietrasanta, moglie del grande Boccalatte.

Insomma, una bella tre giorni che ha molti ha fatto rivivere le belle serate di Montagne in Città; l’augurio è di rivedere questo festival nella capitale l’autunno prossimo.

Comments are closed.