Amatrice nella lista dei luoghi da salvare del World Monument Fund

Amatrice nella lista dei luoghi da salvare del World Monument Fund

posted in: AMBIENTE, NEWS | 0

di Redazione – Il World Monument Fund ha comunicato la lista dei 25 luoghi da salvare, in tutto il mondo, che saranno al centro della sua attenzione e dei suoi finanziamenti per il loro recupero e salvataggio.

Il World Monument Fund (WMF) è un’organizzazione privata no profit, con sede a New York, avente come fine la preservazione di manufatti architettonici, storici e con rilevanza storico-culturale in tutto il mondo attraverso il lavoro sul campo, la promozione, la concessione di borse di studio e fondi per l’educazione e l’addestramento di personale locale.

Grazie a donazioni e a raccolte di fondi, WMF coopera con i governi e le comunità locali per salvaguardare e conservare i siti di valore storico che “adotta”, a beneficio delle future generazioni.

Solo nel nostro paese, il WMF ha individuato, negli anni, 144 siti meritevoli di protezione. Tra essi, il paese abbandonato di Craco in Basilicata (reso celebre dal film “Basilicata Coast to Coast”), o le città tufacee del centro Italia (Civita di Bagnoregio in primis), Matera, le Cinque Terre.

Ora, per quest’anno, come unico sito italiano è stato individuato il paese di Amatrice, totalmente distrutto dal terremoto ma dove – come si sa – le macerie sono ancora lì e gli abitanti chiedono tempi rapidi per la ricostruzione.

La notizia ci fa molto piacere. Amatrice – ma con lei tanti altri centri colpito dal sisma dell’anno scorso – ha estremo bisogno dell’attenzione mondiale e la decisione del WMF – che segue tante altre iniziative di solidarietà e raccolta di fondi partite dal basso – non potraà che essere di grandissimo aiuto. Dal 1996, quando fu redatta la prima lista, il WMF ha donato di sua iniziativa oltre 100 milioni di dollari, e a tre volte tanto ammontano gli altri aiuti rastrellati con le donazioni e le raccolte di fondi

www.wmf.org

 

 

 

Comments are closed.